Ricette di Langa: Gnocchi di patate con erbette e nocciole di Langa

(con il contributo di Piera del Ristorante “Lungo la Via del Sale” di Camerana)

Abbiamo inaugurato la nostra rubrica con la torta “Paradiso di Langa” e l’iniziativa ha avuto parecchio successo; alcuni di voi ci hanno fatto sapere di aver provato la ricetta e di esserne stati entusiasti. Questo ci fa pensare che, in un territorio come il nostro, parlare di cucina tipica non sia mai tempo perso.

Abbiamo poi deciso di dare a tutti voi la possibilità di inviarci le vostre ricette che pubblicheremo via via in questa rubrica.Unica condizione che contengano ingredienti tipici delle Langhe

Oggi vi proponiamo un primo piatto, e precisamente gli “Gnocchi di patate con erbette e nocciole di Langa”

Vi ricordiamo che è attivo l’indirizzo email ricette@in-langhe.it dove potrete inviarci le vostre ricette, un’eventuale vostra fotografia ai fornelli ed un’eventuale foto del piatto cucinato; ci scusiamo con gli amici e le amiche che ci hanno inviato ricette non ancora pubblicate, via via le pubblicheremo tutte!

Eccovi la ricetta degli “Gnocchi di patate con erbette e Nocciole di Langa”

Ingredienti

  • Gnocchi di patate
  • Erbette da taglio (bietoline, giovani giovani…)
  • Nocciole di Langa tritate
  • Scalogno
  • Burro
  • Besciamella molto liquida

Preparare degli gnocchi di patate secondo la ricetta tradizionale.
Tritare gli scalogni, tagliare a Julienne le erbette, preparare una besciamella liquida, tritare le nocciole di Langa.

In una padella far appassire lo scalogno con un pò di olio, aggiungere le erbette a crudo e saltare velocemente su fuoco abbastanza alto.
Mentre cuociono gli gnocchi sciogliere il burro (poco) in una padella capiente.
Aggiungere le nocciole tritate e le erbette precedente cotte con gli scalogni e la besciamella.
Aggiustare di sale e pepe; aggiungere gli gnocchi, spadellare e servire!

Questa ricetta ci è stata fornita da Piera, del Ristorante “Lungo la via del sale” di Camerana, in Alta Langa; anche se non abbiamo ancora avuto modo di provarlo  lo scambio di email tra noi e Piera ci è bastato per “assaggiare” la passione con cui Piera si dedica al suo lavoro. Proveremo la sua cucina quanto prima.

Tra le altre cose Piera ci ha chiesto di mettere in evidenza, cosa che facciamo molto volentieri, un’iniziativa degna di menzione: per ogni persona che pranza o cena nel suo ristorante lei devolve 50 centesimi ad una ONG che opera in Benin, nell’Africa Occidentale.
Si tratta de ” La Maison de la Joie“, una casa-famiglia che si occupa di bambini ex schiavi e di donne allontanate dal loro clan familiare.

Potete trovare maggiori informazioni qui

Fateci sapere se già conoscete Piera ed il suo ristorante e se avete gradito la ricetta….! Alla prossima!