Le Langhe, insieme al Monferrato ed al Roero, presto patrimonio dell’Unesco?

Oggi è il giorno: il giorno in cui a Parigi viene presentato il dossier di iscrizione  alla World Heritage List dell’Unesco; le Langhe, il Roero ed il Monferrato potrebbero diventare patrimonio dell’umanità.

I preparativi sono iniziati anni fa, precisamente nel 2003, ed adesso possiamo dire che siamo alle tappe finali e si pensa che nel prossimo mese di Giugno possa esserci in zona una prima visita da parte dei responsabili e dei tecnici dell’Unesco; il dossier, più di 10.000 pagine, è stato presentato ufficialmente il 10 Gennaio presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ma da oggi è ufficialmente negli uffici dell’Unesco!

Esiste una zona principale di 30.000 ettari che comprende nove aree di eccellenza per le nove “terre da vino” sparse fra le province di Asti, Alessandria e Cuneo, ognuna legata a un vino: Freisa, Barbera, Barbaresco, Barolo, Grignolino, Dolcetto di Dogliani e tre varietà di Moscato; oltre a questa esiste una zona definita “tampone” composta da 74 comuni.

Non è solo l’eccellenza enologica ad essere considerata “degna” bensì anche la tradizione, la storicità ed il paesaggio unico di questo territorio.

Ecco le parole del vice presidente della Regione Piemonte, Ugo Cavallera: “La presentazione del dossier, frutto di un lungo e positivo lavoro di tutti gli enti territoriali, rappresenta un ulteriore, fondamentale passaggio nel complesso iter di candidatura per ottenere un riconoscimento sinonimo di eccellenza mondiale per un paesaggio rurale unico nel suo genere”

Noi langhetti, ma non solo noi, aspettiamo con ansia il responso….!